Costretta a casa ma non al #SILENZIO

Le restrizione adottate nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 Marzo 2020, hanno determinato una convivenza forzata e prolungata dei nuclei familiari, che potrebbero incidere negativamente sui contesti più problematici, potendo portare, in casi estremi, alla possibile commissione di atti di violenza di genere e domestica.
In questa previsione il comune di Baiso vuole ricordare a tutte le donne che pur restando a casa, NON SONO SOLE.
Trovate cinque minuti per poter chiamare uno di questi numeri, 1522 o 112, e denunciare qualsiasi forma di violenza che avete o state subendo.