Matrimonio

Fedi-nuziali-300x236 Le condizioni necessarie per contrarre matrimonio sono dettagliatamente indicate dal Codice civile con gli articoli da 84 ad 89.
 Età: gli sposi debbono aver compiuto 18 anni ma possono essere ammessi al matrimonio anche dopo i 16 anni previa autorizzazione del Tribunale per i minorenni. In ogni caso, l’età  prevista deve sussistere al momento della richiesta di pubblicazione, altrimenti l’Ufficiale dello Stato civile non potrà  procedere.
Non può contrarre matrimonio l’interdetto per infermità  di mente: l’eventuale matrimonio celebrato in presenza di tale impedimento ¨ impugnabile ai sensi dell’art. 119 C.C.
Libertà  di stato: i richiedenti non debbono essere vincolati da un precedente matrimonio valido agli effetti civili.
Mancanza di rapporti di parentele o affinità : nei limiti indicati dall’art. 87 C.C.
Delitto: non deve esserci condanna per omicidio (anche solo tentato) sul coniuge dell’altra persona.
Divieto temporaneo di nuove nozze: riguarda la donna che abbia avuto il precedente matrimonio sciolto od annullato o per il quale sono stati dichiarati cessati gli effetti civili e richiede che siano trascorsi 300 giorni dalla data delle relative sentenze. Tale divieto non ha effetto se vi sia stata separazione legale protrattasi ininterrottamente per almeno tre anni o se il precedente matrimonio non sia stato consumato o sia stato dichiarato nullo per impotenza.
Richiesta di pubblicazione: viene fatta dagli sposi o da un loro rappresentante (con scrittura privata non autenticata); in caso di minore autorizzato a celebrare matrimonio dal Tribunale per i minorenni l’incarico dato a chi esercita la potestà  potrà  risultare da una semplice dichiarazione orale dell’incaricato.
La pubblicazione deve essere richiesta all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di residenza di uno dei nubendi il quale provvederà  poi a richiederla all’altro Comune eventualmente competente con riguardo alla residenza dei nubendi stessi. L’Ufficiale di Stato civile dovrà  ricevere la dichiarazione degli sposi relativa al possesso dei requisiti richiesti ed alla mancanza di impedimenti; dovrà  poi accertare d’ufficio quando dichiarato ed acquisire la documentazione necessaria (compreso il caso in cui fosse stato contratto un precedente vincolo).
In caso di minore autorizzato al matrimonio dal Tribunale per i minorenni, occorre copia del relativo decreto; se, invece, è un cittadino straniero che vuole contrarre matrimonio in Italia, occorre il nulla osta rilasciato dall’Autorità  competente del proprio Paese nel quale venga indicato che, secondo il proprio ordinamento giuridico, non vi sono ostacoli al matrimonio.
La pubblicazione avrà  la durata di otto giorni.
L’opposizione al matrimonio  dovrà  essere proposta al Presidente del Tribunale il quale decide con decreto, ma nel frattempo, può sospendere la celebrazione del matrimonio.
Ottenuto il nulla osta, il matrimonio potrà  essere celebrato entro sei mesi.

SERVIZI DEMOGRAFICI

Referente:
Cinzia Giorgi – Federico Caliceti
Indirizzo:
Piazza Repubblica 1
Tel.: ☎
0522 993502
Fax:
0522 843980
E-mail:
anagrafe@comune.baiso.re.it; f.caliceti@comune.baiso.re.it
PEC:
info@cert.comune.baiso.re.it
Ricevimento al pubblico:
Lunedì dalle 8,30 alle 12,00
Martedì dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 16,30
Mercoledì dalle 10,00 alle 12,00
Giovedì dalle 10,00 alle 12,00
Venerdì dalle 9,00 alle 12,00
Sabato dalle 9,00 alle 12,00
Per recarsi presso gli uffici del Comune, in periodo emergenza Covid-19 (prorogato fino al 31 ottobre 2020), è preferibile, preventivamente, fissare un appuntamento, telefonando direttamente all'ufficio o alla segreteria.